Ombrelloni Ospitalità
Grado Pineta

Grado Pineta

Non distante dal centro di Grado, collegata anche dalla pista ciclabile, si estende la spiaggia di Grado Pineta.

Il quartiere di Grado Pineta è ideale per una tranquilla vacanza in famiglia, con la spiaggia a due passi dal verde e non troppo distante dal centro storico. Ma non solo. I servizi e l'intrattenimento organizzato dai locali che hanno in gestione alcune aree della spiaggia ne fanno un luogo molto amato dai giovani per un aperitivo o una serata in spiaggia.

Oggi, anche i gradesi scelgono Grado Pineta come meta per trascorrere un pomeriggio o una serata diversi.

 

Grado amica degli animali

Un'ampia zona dell'arenile è riservata all'accoglienza e ospitalità degli amici a 4 zampe che, nella sezione Spiaggia di Snoopy, trovano il necessario per godersi una piacevole giornata al mare.

Negli ultimi anni la spiaggia di Pineta è diventata un luogo amatissimo dai kite surfer di tutta Europa, che qui si radunano al primo alito di vento per lanciarsi in spettacolari e colorati volteggi a mezz'aria.

Grado Pineta è collegata a Grado centro anche dalla pista ciclabile.

 

 

Spiaggia Airone
Servizi disponibili
stabilimento balneare, ristorante e pizzeria
piscina, WiFi gratuito riservato ai clienti
SKY Bar eventi sportivi, noleggio biciclette
Viale dell'Orione 10/aa
34073 GRADO (GO)
Tel. + 39 0431 83630
cell. + 39 329 0628718
info@spiaggiaairone.it
www.spiaggiaairone.it

 

Costa del Sol
viale Dell'Orione
34073 GRADO (GO)
Cell. + 39 347 65 51 674 
info@costadelsolgrado.it
https://it-it.facebook.com/costa.delsol.14
www.costadelsolgrado.it

 

LO SAPEVI CHE  … Grado Pineta è nata a difesa del litorale?
Nel 1900, su ordine del Capitanato di Gorizia, vengono piantati 35.000 pini in località "Le Dune", quella serie di dossi sabbiosi a terra del Banco della Mula di Muggia. La piantumazione ha successo e l'anno successivo si procede all'imboschimento vero e proprio mettendo a dimora 200.000 piantine nella zona di Punta Barbacale.
Alfiere di questo imboschimento è il goriziano Corrado Rubbia, avo del celeberrimo premio Nobel Carlo Rubbia che suggerisce all'Amministrazione austriaca la messa a dimora delle piante per consolidare la riva e proteggere Grado, tenendo conto della prevalenza del movimento da est-ovest sia dell'acqua che del vento.
Si comincia dai Monti della Rotta nei punti più critici per il vento e le maree. Non senza qualche difficoltà, nel 1921 lo scopo viene raggiunto.

 

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato sulle attività e proposte a Grado iscrivendoti alla nostra newsletter mensile.