Ombrelloni Ospitalità
L'occupazione francese

L'occupazione francese

È durato circa 7 anni il periodo di occupazione francese di Grado (se ne andarono dall’Isola nel gennaio del 1814).

Durante questo periodo, nel 1808, i francesi decisero di proteggere Grado – evidentemente dopo aver provato cosa può provocare un forte sciroccale – con una scogliera di grandi pietre prelevate in Istria, lunga circa 750 metri. I resti di questa scogliera si trovano dinnanzi all’attuale diga. A dire il vero una sorta di palizzata conficcata nell’argilla fu realizzata come protezione ancora nel 1750 su autorizzazione della Repubblica Veneta. La diga vera e propria venne costruita invece dagli austriaci nel 1885. Negli anni venne trasformata, allungata e modificata. In anni recenti ampliata e allargata con l’inserimento di alcune particolari fontane indubbiamente scenografiche ma che talvolta disturbano le persone che abitano nelle vicinanze tanto da venir spente alla sera e spesso anche di giorno. L’ultimo intervento ha avuto un seguito di ampie proteste e lamentele che tuttora continuano. E questa è la storia più recente.

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato sulle attività e proposte a Grado iscrivendoti alla nostra newsletter mensile.

  • *

G.I.T. P.IVA 01021090319   |   C.G.T. P.IVA 01112810310

INFO PRIVACY: Il presente portale è utilizzato da due soggetti giuridici distinti – ossia GIT Grado Impianti Turistici SpA e il Consorzio Grado Turismo – ciascuno dei quali è autonomo Titolare del trattamento di dati personali acquisiti e trattati per finalità specifiche e differenti. A seconda dell’opzione cliccata («OMBRELLONE» ovvero «OSPITALITÀ»), il portale reindirizza l’utente al programma gestionale del rispettivo Titolare del trattamento in essere.