Ombrelloni Ospitalità
Le Isole Gradate

Le Isole Gradate

La Laguna è ancora sconosciuta a tanta gente. Vediamone un po’ di storia.

 

Attorno a Grado, c'erano le Isole Gradate. Alcune esistono ancora oggi:

San Pietro d'Orio, una volta terra congiunta con l'Isola di Grado; gli storici hanno accertato che i romani vi eressero un tempio dedicato al Dio Beleno sulle cui rovine il Patriarca Elia costruì un tempio, distrutto da Popone, e rifatto dai Patriarchi Gradesi, dato poi in custodia ai monaci Benedettini. Il mare corrose il punto più stretto dell'isola aprendosi un passaggio che fu denominato Porto Piccino. 
Nel 1578 passò in giuspatronato ai Patriarchi di Venezia, la chiesa venne affidata ai Frati Francescani.
Una terribile inondazione nel 1779 rovinò la chiesa, danneggiando il campanile, ricostruito nel 1820 con il contributo della Borsa di Trieste perché serviva da faro per le barche. Definitivamente abbattuto nel 1915 dagli italiani per non offrire bersaglio alle batterie costiere austriache.

San Giuliano (S.Zulian), aveva in origine circa tre miglia quadrate di superficie, Il Patriarca Fortunato parla nelle sue cronache di un monastero che esisteva nel IX secolo, intorno l' isola vi sono numerosi resti di ville romane.

Santi Cosma e Damiano o Isola di Gorgo, si è ingrandita con le secche, sono stati ritrovati numerosi resti umani e oggetti antichi: tracce dell'antica strada romana che univa Aquileia con Grado.

Barbana, conosciuta ormai in tutto il mondo per il suo Santuario dedicato alla Madonna, si presume sia stato un antico lazzareto e rifugio per viaggiatori.

Isola dei Busiari, in mezzo alla laguna nei pressi della foce del Natissa.

Isola dei Luvi, nei pressi del Belvedere.

Monton, nei pressi dell' imboccatura della Natissa, in antico lasciata a fieno.


Volpera, nei pressi di Belvedere ora con un campeggio.

Zemole, antico e prospero possesso dei Patriarchi, con grandi ritrovamenti di monete ed oggetti antichi negli anni passati.

Villanova, nei pressi di Isola Gorgo. Ritrovamenti di ossa antiche di grandi dimensioni fanno presupporre ad antichi insediamenti celti. 

 



Così quando navigate per la Laguna guardatevi intorno e pensate al passato.  

Contatti

Indirizzo grado

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato sulle attività e proposte a Grado iscrivendoti alla nostra newsletter mensile.